Diffide >> Agenzia del Demanio - Avviso per l'indagine di mercato da avviare per affidamento dei servizi di vulnerabilità sismica da effettuarsi presso ex Caserma Duca D'Aosta - Reggio Calabria
 
Catanzaro, 01/04/2016
prot. n. 745/2016/OUT


Agenzia del Demanio
Direzione Regionale Calabria
88100 Catanzaro
 
Al Vicedirettore
Ing. Massimiliano Iannelli
Pec: agenziademanio@pce.agenziademanio.it
 
Al RUP
Ing. Salvatore Concettino
mail: salvatore.concettino@agenziademanio.it



Oggetto: Avviso per l'indagine di mercato da avviare, ai sensi dell'art. 267 c. 10 del DPR 207/2010 e 125 c. 11 del D.Lgs 163/2006 per l'affidamento dei servizi di verifica di vulnerabilità sismica da effettuarsi presso il compendio demaniale denominato "ex Caserma Duca D'Aosta" in Reggio Calabria - scheda RCD0026", ubicata tra la via Reggio Campi ed il quartiere Trabocchetto, in una zona semicentrale della Città di Reggio di Calabria - CIG 6617453EF4.
 
Questo Ordine professionale, nell'Avviso di cui all'oggetto, ha rilevato le irregolarità di seguito indicate.

Nella descrizione dell'incarico, relativamente alla "Caratterizzazione e modellazione geologica, geotecnica e sismica del sito e del suolo", si legge testualmente che "Il professionista incaricato dovrà far eseguire a proprio onere tutte le indagini geognostiche e geofisiche con relativa relazione geologica-geotecnica e sulla pericolosità sismica di base del suolo e del sito in esame, in osservanza a quanto prescritto dalle Norme tecniche per le costruzioni - DM 14/1/2008 - e relativa circolare esplicativa 2/2/2009 oltre che dalle vigenti norme UNI/Nazionali/Regionali in materia".

Al riguardo si rappresenta che ai sensi dell’art. 91 comma 3 del Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 163/06), l’affidatario progettista non può avvalersi del subappalto per la redazione della relazione geologica. La sussistenza di siffatto obbligo è stata più volte riconosciuta e ribadita dai massimi organi giurisdizionali, tanto a livello consultivo che giudiziale, a partire dal parere n. 164 del 25 marzo 1992 del Consiglio di Stato e fino alla più recente sentenza n. 5666/2009 della Sezione VI dello stesso Consiglio di Stato.

In particolare, la sentenza n. 1075 del 16/3/2005, della Sezione V del Consiglio di Stato, sottolinea, peraltro, che "il legislatore,
nell’escludere le relazioni geologiche dalle attività che il progettista può affidare in subappalto, ha perseguito di certo un’esigenza di tutela dell’amministrazione, che è meglio garantita dalla instaurazione di un rapporto diretto con il professionista"
.

Per cui è necessario che nell'Avviso, tra requisiti tecnico professionali richiesti, venga specificato l'obbligo della presenza di un geologo abilitato.

Inoltre, relativamente al corrispettivo determinato per la base di gara (Euro 66.351,13 al netto di imposte e oneri previdenziali), non è specificato il numero e la tipologia delle indagini geognostiche, geotecniche e geofisiche e la stima presunta dei loro costi.

Al riguardo si precisa che tale circostanza, pur essendo consentita dalle vigenti norme per l’affidamento di lavori pubblici che prevedono la possibilità di subappalto delle indagini geognostiche (art. 91, comma 3 del D.lvo 163/06), non appare attuabile nel caso in esame, poiché, all'indagine di mercato di cui si tratta seguirà una procedura di gara, per cui, al fine di non creare disparità tra i partecipanti, è necessario specificare il numero e la tipologia delle indagini e la stima presunta dei loro costi (Deliberazione A.V.LL.PP. R/716 del 7/12/2000 e determinazione A.V.LL.PP. n. 19/2000).

Per quanto sopra esposto, si invita Codesta Agenzia Demaniale di rettificare l'Avviso irregolare, tenendo conto delle osservazioni succitate.

In difetto, in virtù del dovere istituzionale di tutela della professione di Geologo e degli iscritti all’Albo professionale, questo Ordine ricorrerà agli Enti di competenza ad assumere provvedimenti.

Auspicando un vostro tempestivo riscontro, si porgono Distinti saluti.

IL PRESIDENTE
Dott. Francesco Fragale
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso dei cookie