Normativa Regionale >> LUR e QTRP
 
I colleghi interessati possono scaricare le novità normative relative alla Legge Urbanistica Regionale (LUR) e al Quadro Territoriale Regionale a valenza Paesaggistica (QTRP).

Riguardo a quest'ultimo evidenziamo che il "Tomo 1" e il "Tomo 4" riguardano particolarmente l'attività professionale (http://urp.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?1194).

Precisiamo che l'Ordine dei Geologi - solidale con gli altri Ordini professionali dell'area tecnica - non ha condiviso diversi aspetti delle modifiche e integrazioni alla LUR 19/02, tra cui l'introduzione dell'art. 27/ter (Cfr. art. 14 della LR 40/15), che - come ricorderete - prevede, per i Comuni con previsione inferiore a 5.000 abitanti e che non abbiano ancora adottato un nuovo PSC, la possibilità di una "procedura semplificata" che consente loro di mantenere i vecchi strumenti urbanistici (PRG; PdF), eliminando di conseguenza anche la possibilità di aggiornare/approfondire gli aspetti geologi e geomorfologici del territorio, consentendo di conservare le vecchie previsioni urbanistiche, spesso concettualmente anacronistiche, che prevedono - in genere - estese aree edificabili, in contrasto con la politica di riduzione del consumo di suolo, sovente concausa del dissesto idrogeologico che espone a rischio la sicurezza dei cittadini.

Nelle successive ulteriori modifiche alla LUR del 5 agosto u.s. (Cfr. art. 12 della LR 28/16) - a seguito anche delle nostre sollecitazioni - l'art. 27/ter è stato modificato aggiungendo la seguente frase in coda al comma 1: “.....previa verifica dello strumento urbanistico comunale generale vigente in ordine alla compatibilità con le reali condizioni territoriali ed alla sicurezza idrogeomorfologica e di protezione civile e di difesa del suolo, in coerenza con il quadro normativo nazionale e regionale in vigore...” .

Tuttavia dubitiamo che questa integrazione all'art. 27/ter possa garantire realmente la redazione di studi geologici/geomorfologici adeguatamente approfonditi e auspichiamo che tali verifiche - che ricordiamo sono di competenza del geologo e riguardano soprattutto la valutazione delle condizioni di pericolosità e rischio del territorio - non saranno limitate soltanto ad un veloce controllo con i piani sovra-ordinati (PAI, PTCP, QTRP). Teniamo a precisare che, invece, si tratta di un lavoro complesso che deve essere espletato in maniera approfondita, che comporta molta responsabilità e da cui può dipendere la salvaguardia del territorio e soprattutto l'incolumità dei cittadini.

Scarica qui le novità normative sulla LUR


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Cliccando su OK , accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. +Info