Normativa Regionale >> Classificazione sismica comuni della Calabria
 

Comunicazione agli iscritti

 

La Giunta Regionale della Calabria, con deliberazione n. 47 del 10 febbraio 2004, ha aggiornato la classificazione sismica del territorio regionale recependo integralmente l’individuazione dei comuni classificati sismici come da elenco riportato nell’Allegato A della Ordinanza P.C.M. 3274 del 20/03/2003.

 

L'Ordinanza P.C.M. 3274 del 20/03/2003recante 'Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale …' all’art. 2, demandava alle Regioni gli adempimenti relativi all’individuazione ed aggiornamento delle zone sismiche sulla base dei criteri generali dettati nell’Allegato 1 della medesima Ordinanza.

 

Per rispondere a tali adempimenti il Dipartimento LL. PP. ed Acque della Regione Calabria ha istituito la 'Commissione Classifica Sismica' composta da professionisti aventi comprovate esperienze nei settori interdisciplinari interessati.

 

La 'Commissione', ad oggi, non ha ancora ultimato i suoi lavori e stante la necessità, oramai improcrastinabile, di attuare quanto disposto dall’Art. 2 dell’Ordinanza, la Giunta Regionale, su proposta dell’Assessore ai LL. PP. ed Acque, formulata su parere del Dirigente del Settore Geologica e Difesa dai terremoti, ha approvato la delibera prima richiamata.

 

Con tale atto viene di fatto recepito integralmente l’elenco dei comuni della Calabria con le nuove classificazioni sismiche proposte dall’Ordinanza n. 3274/2003.

 

Da segnalare in particolare l’inserimento di numerosi comuni delle province di Cosenza e Catanzaro dalla seconda alla prima categoria sismica.

 

In attesa che la Commissione appositamente costituita concluda i lavori e degli atti amministrativi che ne deriveranno, l’elenco allegato alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 47 del 10 febbraio 2004, pubblicata integralmente sul BUR Calabria n. 9 del 15/05/2004, rappresenta di fatto la nuova classificazione sismica dei comuni della Calabria da considerare in base al disposto della normativa vigente.

 

Ordinanza protezione civile 3431/2005

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Cliccando su OK , accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. +Info